Cerca nel Sito...

summarizzazione rotte ccnaL'EIGRP permette di attivare le interfacce che parteciperanno al protocollo in svariati modi. In particolare, con riferimento alla topologia qui riportata, vale la pena rimarcare i seguenti aspetti:


1) Specificando solo la network, TUTTE le interfacce che ricadono in tale network verranno attivate. Ovviamente, si considera la CLASSFUL network: ad esempio, nel caso si dia il comando network 192.168.0.0, qualunque interfaccia con IP appartenente alla 192.168.0.0/24 sarà abilitata per l'EIGRP, e la relativa network sarà annunciata. Nel caso di R1 si attiverebbero le interfacce s0/0/0 e s0/0/1, nel caso di R3 e di R4 la sola s0/0/0.

EIGRP-summ-topologyPuoi scaricare qui la topologia in Packet Tracer


2) 
Il problema quando si attivano più interfacce con una sola riga di comando è che si potrebbe aver bisogno di non annunciare tutte le reti.

Ad esempio, considerando il subnetting, su R3 abbiamo due interfacce con IP 192.168.1.1/25 e 192.168.1.129/25. Inserendo il comando network specificando solo la rete 192.168.1.0, in virtù della visione classful, queste interfacce verrebbero abilitate sempre all'unisono, e le relative reti verrebbero annunciate.
Per questo motivo, L'EIGRP permette di specificare anche la wildcard nel comando network; su R3 si ha:

router eigrp 1
network 192.168.1.0 0.0.0.127
network 192.168.1.129 0.0.0.127

In tal modo, se si vuole che una di queste reti non venga annunciata più, basta negare il comando ad essa associato.

3) Per quanto riguarda la summarizzazione manuale, questa feature torna utile quando si vuole summarizzare a reti che non sono classful: l'auto-summary, infatti, summarizza solo al classful boundary (Classe A /8, Classe B /16, Classe C /24).
Si può notare che R2 vede tutte le reti dalla 192.168.0.0/24 alla 192.168.3.0/24 dietro la sua seriale s0/0/0. Si può pertanto istruire R1 affinché, attraverso la sua seriale s0/1/0 (che lo collega a R2), annunci la rete 192.168.0.0/22 (che summarizza tutte le reti dalla 192.168.0.0/24 alla 192.168.3.0/24). Il comando d'interfaccia ip summary-address dato sotto la s0/1/0 di R1 assolve questa funzione: è però necessario che ALMENO una delle network summarizate sia annunciata dall'EIGRP. Consideriamo le seguenti interfacce di R1:

s0/0/0: 192.168.0.1 255.255.255.252
s0/0/1: 192.168.0.5 255.255.255.252
fa0/0: 192.168.3.1
255.255.255.0

Si potrebbe scrivere:

router eigrp 1
network 192.168.0.0

interface s0/1/0
ip summary-address eigrp 1 192.168.0.0 255.255.252.0

Il comando network senza wildcard attiva solo s0/0/0 e s0/0/1, perché fa0/0 è in un'altra major. Se invece si volessero attivare contemporaneamente tutte e tre le interfacce (e TUTTE le eventuali altre interfacce della supernet 192.168.0.0/22), il comando network sarebbe:

network 192.168.0.0 0.0.3.255

E' bene sottolineare che il comando network dato in questo modo non cambia nulla dal punto di vista della summarizzazione: bisogna sempre dare il comando ip summary-address sotto l'interfaccia s0/1/0.

La differenza tra questo modo e il precedente è che, nel primo caso, l'interfaccia 192.168.3.254 è raggiungibile dai vicini SOLO grazie al comando di summarizzazione manuale, mentre nel secondo caso, se non dessimo il comando ip summary-address, i vicini imparerebbero comunque la rete 192.168.3.0/24.
 
4) Relativamente al best practice, secondo molti è preferibile abilitare le interfacce dando un comando network per ciascuna di esse, usando l'IP dell'interfaccia e la wildcard 0.0.0.0.
In ogni caso, relativamente all'esame CCNA, il modo migliore è quello di specificare le varie subnet con le relative wildcard. Slegandoci un attimo dalla nostra topologia, supponiamo che R1 abbia queste queste interfacce:

192.168.0.1/24 , 192.168.1.1/24 , 192.168.2.1/24 , 192.168.3.1/24 .

Un buon modo di attivare l'EIGRP e summarizzare alla 192.168.0.0/22 è il seguente:

router eigrp 1
network 192.168.0.0 0.0.0.255
network 192.168.1.0 0.0.0.255
network 192.168.2.0 0.0.0.255
network 192.168.3.0 0.0.0.255

int s0/1/0
ip summary-address eigrp 1 192.168.0.0 255.255.252.0

E' bene rimarcare che il comando network svolge una triplice funzione:

1) Abilita le interfacce che appartengono alla network specificata ad inviare hello e update

2) Abilita le interfacce che appartengono alla network specificata a ricevere hello e update

3) Consente che la network a cui appartiene l'interfaccia attivata sia annunciata ai vicini

La wildcard, quindi, è uno strumento che dà più flessibilità per quanto riguarda l'attivazione delle interfacce, ma poi la rete annunciata viene identificata dalla stessa interfaccia attivata, e non direttamente dal comando network.

In pratica, ricordiamo il comando: network 192.168.0.0 0.0.3.255

Questo comando significa:"attiva tutte le interfacce che ricadono nella 192.168.0.0/22 (in ricezione e in invio) e annuncia le reti a cui queste interfacce appartengono".

Ciò significa che, avendo le interfacce 192.168.0.1/24 e 192.168.3.254/24 (notare: /24 e non /22 !!!), il comando precedente le attiva entrambe in un colpo solo, e negli update verranno incluse le reti 192.168.0.0/24 e 192.168.3.0/24.

Per convincersi della validità di questo discorso, si può provare anche uno dei metodi più gettonati tra gli esperti di rete: attivare le interfacce dando il loro IP address e la wildcard 0.0.0.0.
Ad esempio, se dobbiamo abilitare l'interfaccia 192.168.1.1/25 (o qualunque altra "/"), possiamo scrivere anche così:

network 192.168.1.1 0.0.0.0

Ci accorgeremmo che (senza auto-summary) verrà annunciata la 192.168.1.0/25 (con l'auto-summary, ovviamente, la /24).

Se questo è chiaro, dovrebbe essere chiaro anche cosa fa il comando:

network 192.168.1.0 0.0.0.127

In questo caso, tutto il discorso precedente c'è ma non si vede, perché stiamo attivando l'interfaccia usando la sua rete di appartenenza, quindi la rete annunciata coincide con la rete specificata nel comando network.

Di default, però, l'auto-summary è attivo. Quando l'auto-summary è attivo, relativamente all'annuncio della rete negli update, il router "ragiona" come segue:

1) Identifica la network di appartenenza dell'interfaccia da cui sta inviando l'update

2) Confronta la major della network di appartenenza di tale interfaccia con la major della network che deve annunciare

3a) Se le major sono uguali, annuncia la network non summarizzata (in barba all'auto-summary)

3b) Se le major sono diverse ma la rete da annunciare non è tra le sue direttamente connesse, annuncia la network non summarizzata (nonostante l'auto-summary).

3c) Se le major sono diverse e la rete da annunciare è tra le sue direttamente connesse, annuncia la network summarizzando al classful boundary.

Per riassumere:

Il comando network e la relativa wildcard identificano le interfacce da attivare. A seconda delle interfacce attivate si ricavano (tramite i loro IP e le loro maschere) le reti da annunciare. Se l'auto-summary è attivo, verrà comunque annunciata la major (ossia la rete classful) negli update che escono dalle interfacce non appartenenti a tale major, a condizione che la rete da annunciare sia direttamente connessa al router che sta inviando l'update considerato.