Cerca nel Sito...

vueSalve a tutti! Mi sono deciso a scrivere quest'articolo nel tentativo di fornire alcuni consigli per affrontare nella maniera più preparata possibile gli esami di Certificazione Industriale (con particolare riferimento a quelli Cisco - prenotabili sul sito PearsonVUE
previa registrazione). Il presente articolo risulterà dunque molto più utile a chi non ha mai affrontato un esame (parliamo quindi di CCENT o CCNA) piuttosto che a qualcuno che magari già possiede una certa esperienza al riguardo. Sebbene immagino che almeno la prima parte sia di interesse generale.

Premetto che non parlerò assolutamente dei contenuti degli esami, piuttosto invece vorrei dare alcune indicazioni generali nella speranza che aiutino ad affrontare l'esame con il piede giusto.

Tanto per iniziare, partiamo con lo sfatare una leggenda metropolitana diffusasi in Italia durante tutti questi anni: quella del Punto Interrogativo (?)

Sappiamo bene che, da guida Cisco, all'interno degli esami di Certificazione sono presenti delle attività che richiedono la conoscenza dell'IOS, e dunque della riga di comando.

Ebbene, Internet è piena di post, articoli, commenti pronti a giurare che durante l'esame l'utilizzo del punto interrogativo (?, ovvero l'help) sia disabilitato. Non c'è nulla di più falso. La realtà dei fatti è che gli esami VUE si aspettano una tastiera americana per l'immissione dei caratteri: il layout italiano, tipico delle installazioni del Windows nostrane (sistema operativo sul quale gira il software VUE), sebbene mantenga la disposizione delle lettere (utilizziamo entrambi le tastiere QWERTY), dispone in maniera totalmente differente i caratteri speciali. Noi abbiamo il punto interrogativo in corrispondenza dell'apice ('), gli americani lo hanno in corrispondenza del loro slash (per intenderci, sul tasto italiano del meno e underscore, ossia - e _). Anche lo slash (/) cambia dunque posizione rispetto al layout statunitense. Tuttavia questo genera meno problemi perchè nel tastierino numerico è presente una replica del medesimo tasto.

Per capirci, se non vi fosse data in fase d'esame una tastiera con il numpad e fosse settata in italiano, non potreste nemmeno richiamare un'interfaccia...

Ora, il poter digitare lo / (con l'ausilio del, chiamiamolo così, "trucchetto" del numpad), e il non poter digitare il ?, ha generato negli anni la leggenda per cui Cisco stessa vorrebbe che si conoscano i comandi a memoria. Se non si fosse potuto digitare lo slash se ne sarebbero accorti tutti molto tempo fa, tuttavia l'Italia si è convinta (con poche eccezioni) che le cose stiano così... adducendo (le abbiamo veramente sentite tutte) le ragioni più disparate: si va dal fatto che sapere i comandi a memoria è una skill valutata (mah, sono migliaia.....), al fatto che ti puoi anche lamentare della scelta sbagliata della "valutazione" ma comunque nella vita lavorativa dove vai se i comandi a memoria non li sai (di nuovo mah, sono sempre migliaia), o che almeno quelli di base li devi sapere, arrivando però sempre alla conclusione che sia Cisco stessa ad operare questa scelta valutativa.

Ora, a parte il colore utilizzato per descrivere la situazione, la soluzione ESISTE ed è molto SEMPLICE. Il centro VUE, qualunque esso sia, deve fare UNA COSA SOLA: cambiare, attraverso l'icona della lingua sulla barra del windows, la lingua da Italiano (IT) a Inglese (EN) PRIMA di lanciare il vostro esame. Tutto qui.

Fatto questo, sia il ? che lo / li troverete in corrispondenza del tasto del - e _

(stesso tasto, con o senza l'utilizzo dello "shift", o se preferite "maiuscolo")

Il massimo ovviamente sarebbe trovare direttamente delle tastiere americane (almeno i simboli stampati sulla tastiera corrisponderebbero uno a uno a ciò che digitate), ma in caso contrario (99% dei casi in realtà), vi basterà basarvi su quanto detto pocanzi.

Tuttavia, vorrei continuare a mettere in guardia tutti: i centri VUE possono tranquillamente non sapere nemmeno cosa sia Cisco. Un centro VUE è un ente che eroga esami in franchising al quale le vari aziende (Cisco, VMware, Adobe, etc) si affidano per il delivery degli stessi. Non è raro dunque trovare un centro VUE in cui il personale non abbia la più pallida idea di cosa contenga l'esame che state svolgendo.

Partendo da questo presupposto, il vostro compito è dunque quello di richiedere, PRIMA che vi venga lanciato l'esame, che cortesemente venga cambiato il layout della tastiera. Siate coscienti del fatto che, una volta lanciato l'esame, non è più possibile intervenire. La prassi di un esame Cisco prevede che il centro vi ammetta (previa prenotazione etc.) e che il gestore del centro vi faccia accomodare in una postazione libera e che lanci per voi il programma. Voi avrete dunque accesso all'esame a giochi fatti. Non voglio stressare il concetto, ma considerando che parlo sempre per esperienza diretta (report di studenti che, sebbene avvisati, non sono riusciti a spuntarla), ci tengo a dirvi che questo andrebbe chiesto con gentilezza ma con fermezza: a prescindere dalle scuse che addurranno (il sistema è così, non è possibile cambiare, l'esame è così, non so bene come funziona, etc. etc. etc.) sappiate che ciò che vi ho detto corrisponde perfettamente a realtà. Se non vi credono chessò, segnalate questa pagina, fatemi chiamare, chiamate il VUE negli Stati Uniti, insomma quello che vi pare: ma fatevi cambiare il layout ;)

Ma soprattutto, a prescindere dalle risposte che otterrete, cercate di rimanere rilassati e fare in modo che questo non pregiudichi il vostro esame. Una buona notizia è che la cosa si sta diffondendo, lentamente ma lo sta facendo, e quindi qualcuno magari sarà preparato.

Detto questo, alcuni consigli (scontati e non) per affrontare al meglio l'esame.

Negli esami Cisco non si può tornare indietro sulle domande. Questo può ovviamente spaventare (tutti di norma ci lasceremmo le domande più ostiche alla fine, per gestire al meglio il tempo a disposizione). Aggiungo anche che se vogliamo è uno dei principali motivi di fallimento degli esami. A parte il porre domande alle volte in maniera davvero contorta (pare lo adorino ^^ ), si deve sempre tenere presente che le domande hanno un peso ed un tempo di risoluzione differente (si può facilissimamente immaginare che una domanda a riposta singola ed un'attività di laboratorio non richiedono lo stesso tempo. Entrambe però nel contatore complessivo del progresso dell'esame pesano ugualmente). Per capirci, se siete a 25 su 50 dopo un'ora delle due a disposizione, potreste essere messi molto bene o molto male, in dipendenza da dove vi sono capitati i laboratori (cosa che non potete sapere a priori). Supponendo il caso precedente dunque, se non avete ancora incontrato laboratori, siete messi male. Se ne avete svolti 2 (di norma sono 2 o 3) siete messi molto bene. Ciò che ho scritto probabilmente, letto così, sembra di dubbia utilità. Ma sono convinto che saperlo può fare la differenza, soprattutto a fronte di un esame in cui il tempo sarà vostro nemico.

Se siete in dubbio andate per esclusione: sapere che una cosa NON E' è comunque una forma di conoscenza (che tra l'altro paga)

Mantenete il sangue freddo: agitarsi più del dovuto è solo contro-producente. Se avete studiato a fondo le cose non avrete nulla da temere, e pure non fosse questo il caso, di sicuro agitarvi non vi consentirebbe di ragionare bene.

Ultimo consiglio dunque: studiate :)

A parte gli scherzi, spero davvero che quest'articolo possa aiutarvi e che ne possiate dunque trarre giovamento.

In bocca al lupo a tutti!!!!




jpJody Palombi

E' un istruttore Cisco, specializzato in tecnologie di Routing & Switching e Service Provider. Appassionato di Networking e tecnologia in generale, ama condividere le proprie conoscenze, ed ha scelto per tale motivo la carriera di formatore. Attualmente è in possesso delle certificazioni industriali Cisco CCENT, CCNA, CCNP Enterprise, CCNP Collaboration e CCNP Service Provider.